Rocca Priora

Sale e strade

nima

Fornitura di sale ad enti pubblici e privati

NI.MA.Strade

Pubblicità

Monte Compatri

Pratoni del Vivaro

Ariccia

Castel Gandolfo

Castel Gandolfo

Albano Cancelliera

Albano Cecchina

Pomezia

Pubblicità

Meteonews

METEO GIORNALE
  • Meteo Italia: stop temporali e dal weekend cambia tutto

    Temporali e poi prossima settimana fiammata di caldo feroce

    L'estate fatica ad affermarsi, con meteo che rimane ancora zoppicante con una persistente instabilità su alcune parti d'Italia. Una massa d’aria fredda proveniente dal Nord Atlantico sta alimentando una depressione sull'Europa Centrale, influenzando in parte anche il nostro Paese. Solo il Sud Italia gode della protezione dell'anticiclone africano, che mantiene temperature elevate, ma si prevede un calo termico deciso anche in queste aree.   [caption id="attachment_232366" align="aligncenter" width="1280"]Temporali e poi prossima settimana fiammata di caldo feroce Altri temporali e poi via all'Estate rovente[/caption] Le regioni settentrionali, in particolare le Alpi, le Prealpi e le pianure a nord del Po, saranno ulteriormente soggette a temporali. Nella giornata di giovedì gli acquazzoni potrebbero estendersi anche alle regioni centrali, causando un calo delle temperature. Venerdì è previsto un miglioramento generale grazie all'espansione dell'alta pressione da ovest.   Questa fase di stabilità sarà comunque breve. Durante il prossimo weekend, un nuovo fronte instabile interesserà il Nord Italia, con temporali sparsi che colpiranno principalmente le Alpi e le Prealpi, coinvolgendo parzialmente le aree pedemontane e le alte pianure.  

    Anticiclone Africano punta l'obiettivo verso l'Italia

    Nel Centro-Sud, il bel tempo prevarrà con un aumento delle temperature dovuto alle correnti nord-africane portate dall’anticiclone subtropicale. Questo afflusso di aria calda anticipa un’ondata di calore più intensa, prevista a partire da martedì 18, con correnti sahariane che risaliranno verso il Mediterraneo Centrale, investendo appieno l'Italia. Le tendenze meteorologiche indicano una svolta per la prossima settimana, con l’arrivo di un’estate rovente su tutto il Paese, dovuta a una potente avvezione di aria calda sahariana. Il caldo non darà scampo neanche al Nord, seppure saranno da tenere in conto dei possibili temporali soprattutto sulle Alpi. Bisognerà mettere in conto anche i primi picchi di temperatura superiori ai 40 gradi e ciò rappresenterà il primo evento dell'Estate.   Quanto durerà la calura? Non sarà proprio mordi e fuggi, ma probabilmente il caldo intenso ce lo porteremo appresso per circa 4 o 5 giorni. Ormai abbiamo imparato a vedere che queste avvezioni d'aria molto calda insistono più che nel passato.
  • I super TEMPORALI, il super METEO di GIUGNO. Inatteso? No, per niente

    In molti si chiedono, giustamente, cosa sta accadendo. In molti si stanno domandando se l'attuale trend meteo climatico sarà il mood prevalente dell'Estate 2024.   Quest'ultimo quesito meriterebbe ragionamenti ben più ampi, meriterebbe soprattutto ragionamenti climatici approfonditi, ove per ragionamenti climatici intendiamo ragionamenti basati su attente analisi dei pattern climatici emisferici. Non solo, anche di pattern climatici globali, ad esempio La Nina (di cui sentirete ancora parlare).   Al di là di questi aspetti, che esulano dal contenuto di questo editoriale, la risposta al secondo quesito non c'è, non si può avere la pretesa di conoscere le sorti stagionali l'11 di giugno. Piuttosto, possiamo proporvi opinioni o idee sull'andamento mensile, questo sì, confermando la tesi del giugno per certi versi estremo.   Estremo più di maggio, estremo più degli ultimi mesi di giugno. I continui, enormi sbalzi termici porteranno scenari atmosferici da tenere in debita considerazione, difatti il super caldo africano non farà altro che accumulare energia termica foriera dei super temporali d'inizio Estate.   Temporali che stanno già prendendo piede, tanto per cambiare, al Nord Italia ma che ben presto potrebbero palesarsi anche in altre regioni. Attenzione perché potrebbe trattarsi di fenomeni davvero violenti, di fenomeni capaci di creare qualche grattacapo. Sia per quanto riguarda l'entità delle piogge sia per quel che concerne eventuali grandinate.   La prossima settimana si dovrebbe replicare, forse anche in modo peggiore. Difatti si passerà dalla canicola sahariana al fresco atlantico. Difatti si passerà dalla calura africana al crollo termico oceanico, il tutto in men che non si dica. Condizione ideale, per chi non lo sapesse, affinché possano svilupparsi certe nubi temporalesche.   Ebbene sì, giugno sarà il mese dei super temporali, del super meteo mensile. Inatteso? Niente affatto, se seguite costantemente i nostri approfondimenti ricorderete che in tempi non sospetti si mise l'accento sulla possibilità che giugno potesse risultare per certi versi peggiore di maggio. Ed è così, al momento sta confermando quella tesi.
  • SICCITA’ AL SUD: un quadro meteo CATASTROFICO

      La Sicilia sta vivendo una fase meteorologica estremamente critica. Le precipitazioni sono ben al di sotto delle medie stagionali, nonostante la presenza di fronti meteorologici. Questo fenomeno è stato oggetto di analisi approfondite nel corso degli anni, e il mese di aprile ha visto pochissime piogge e temporali nelle aree più colpite dalla siccità, in particolare in Sicilia, ma anche in parte della Calabria e della Basilicata. Sebbene a maggio si sia registrata una lieve ripresa delle piogge, non è stata minimamente sufficiente a colmare il deficit idrico.  

    Precipitazioni scarse e irregolari

    La situazione è gravissima. La siccità che affligge il Sud Italia, e in particolare la Sicilia, ha raggiunto livelli estremamente preoccupanti. Le precipitazioni previste per le prossime settimane saranno molto poche e sporadiche, insufficienti a causa dell’assenza di un’area di bassa pressione significativa che possa coinvolgere pienamente queste aree. Gli eventi convettivi attesi non riusciranno a mitigare una situazione già critica, specialmente in vista dell’estate, periodo in cui le piogge sono tradizionalmente scarse.  

    Prospettive estive preoccupanti

    Con l'estate alle porte, la situazione si prospetta particolarmente ardua. Se si arriva a questa stagione con un deficit idrico pronunciato, la crisi non potrà essere risolta, ma anzi peggiorerà ulteriormente. È irrealistico pensare di ritornare a livelli idrici medi nel breve termine; si potrà forse parlare di un miglioramento solo in autunno. La gestione dell’acqua diventa quindi una questione fondamentale.   Le autorità dovranno considerare misure straordinarie per affrontare la scarsità d’acqua. In molte aree, potrebbe essere necessario implementare il razionamento dell’acqua per garantire che le risorse disponibili siano distribuite equamente e utilizzate in modo sostenibile. Questo significa che potrebbe esserci un controllo rigoroso sull’uso dell’acqua per l’irrigazione agricola e una limitazione nell’uso domestico non essenziale.  

    Impatto sull’agricoltura

    L’impatto della siccità sul settore agricolo è particolarmente preoccupante. L’agricoltura è una componente cruciale dell’economia del Sud Italia, e la scarsità d’acqua potrebbe avere conseguenze devastanti sui raccolti. Gli agricoltori devono essere supportati attraverso programmi di assistenza e incentivati a utilizzare tecniche di irrigazione più efficienti e sostenibili.   La Sicilia, essendo una delle regioni più colpite, vive una situazione idrica estremamente difficile. L’insufficienza di piogge ha portato a una riduzione delle riserve d’acqua, mettendo a rischio le coltivazioni e l’approvvigionamento idrico per la popolazione. Anche la Calabria e la Basilicata non sono esenti da questa crisi, con livelli di precipitazioni molto inferiori alla norma e previsioni che non lasciano intravedere un miglioramento a breve termine.  

    Il ruolo delle correnti atlantiche

    Le correnti atlantiche, che potrebbero portare piogge ristoratrici, stanno lasciando ai margini le regioni meridionali, accentuando la crisi idrica. Anche i fronti meteorologici che hanno interessato altre parti d’Italia non sono stati sufficienti a migliorare la situazione nel Sud. L’assenza di una significativa bassa pressione che possa apportare piogge consistenti è un fattore determinante in questa crisi.  

    Strategie di gestione dell’acqua

    Le autorità dovranno adottare misure straordinarie per fronteggiare la scarsità d’acqua. Il razionamento dell’acqua potrebbe diventare una necessità per garantire che le risorse disponibili siano utilizzate in modo sostenibile. Questo comporta un controllo più rigoroso sull’uso dell’acqua, in particolare per l’irrigazione agricola, e limitazioni nell’uso domestico non essenziale.   L’adozione di tecniche di irrigazione più efficienti e sostenibili sarà fondamentale per ridurre l’impatto della siccità sull’agricoltura. Gli agricoltori, duramente colpiti dalla crisi idrica, necessitano di supporto attraverso programmi di assistenza. L’implementazione di tecniche di irrigazione più efficienti potrebbe aiutare a mitigare gli effetti della siccità. Inoltre, incentivi per l’adozione di pratiche agricole sostenibili potrebbero contribuire a ridurre il consumo d’acqua e a proteggere i raccolti.  

    Alla luce di tutto...

    La situazione meteorologica in Sicilia e nel Sud Italia rappresenta una sfida complessa. La mancanza di piogge e l’impatto della siccità richiedono un’azione immediata e coordinata. Le autorità locali e nazionali devono collaborare per sviluppare strategie efficaci per la gestione delle risorse idriche e il supporto all’agricoltura. Le condizioni meteo continueranno a essere monitorate attentamente, ma è chiaro che saranno necessari interventi significativi per affrontare la crisi. La gestione sostenibile dell’acqua e l’adozione di tecniche agricole efficienti sono elementi chiave per superare questa difficile fase.

Login



Home

Radar Castelli

Cura animali

alimentiaccessorianimali-castelliromani

Alimenti ed accessori animali

Pet Shop Store

Guadagnolo

Capranica Prenestina

Pubblicità

Castel S.Pietro

Palestrina

Previsioni meteo

Gallicano nel Lazio

Meteoshop

Banner